Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale. Di Master in Metallurgia.

La Storia dell’Uomo è stata sempre contrassegnata da momenti di grandi innovazioni tecnologiche. Tre sono state le rivoluzioni industriali in Occidente:

  • nel 1784 con lo sfruttamento della potenza del vapore per meccanizzare la produzione iniziò la trasformazione della società da agricola-artigianale a industriale, determinando anche profondi cambiamenti socio-culturali;
  • nel 1870 con il via alla produzione di massa attraverso l’uso sempre più diffuso dell’elettricità, l’avvento del motore a scoppio e l’utilizzo del petrolio come nuova fonte energetica;
  • nel 1970 con la nascita dell’informatica, dalla quale è scaturita l’era digitale destinata ad incrementare i livelli di automazione avvalendosi di sistemi elettronici e dell’IT (Information Technology);

Oggi l’Industria 4.0 è la quarta Rivoluzione Industriale, quella dell’interconnessione che fa dialogare i macchinari, gli uomini e i prodotti, razionalizzando la produzione.

Rivoluzioni Industriali

Rivoluzioni Industriali

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

High-Tech Strategy 2020 Action Plan

Il termine Industry 4.0 è stato usato per la prima volta nel 2011 dall’Accademia Tedesca di Scienze e Ingegneria (Acatech) ed individua un’iniziativa adottata dal governo tedesco a novembre 2011 come parte del più ampio High-Tech Strategy 2020 Action Plan.

Il progetto del governo tedesco prevedeva la definizione di una strategia di digitalizzazione dell’industria nazionale, da realizzarsi nell’arco di 10- 15 per consegnare all’attività produttiva  tedesca la leadership nei successivi decenni.

E l’Italia cosa sta facendo?

Il risultato di una indagine condotta dalla tedesca Staufen, una società di consulenza specializzata nel “lean management”, ha dato risultati sorprendenti, specialmente nel campo della formazione:

l’80% delle società interpellate di vari settori manifatturieri ha dichiarato di non offrire alcun corso di formazione, nonostante otto su dieci pensino che il personale non sia adeguatamente formato e preparato a quello che sta arrivando.

Connessione delle Industrie

Connessione delle Industrie

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

Master in Metallurgia 4.0

In una fase come questa la formazione e l’aggiornamento del capitale umano sono indispensabili. AQM, Isfor e Riconversider hanno dato vita ad un progetto di Alta Formazione con focus sulla Metallurgia.

Il Master certificherà la nuova figura professionale di Tecnologo in Metallurgia 4.0 in grado di affrontare le nuove sfide tecnologiche.

Master Metallurgia 4.0

Internet e Industria

Internet e Industria

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

Internet Applicato all’Industria

Nuove tecnologie e Internet applicato all’industria stanno modificando il paradigma: dalla produzione centralizzata verso quella decentralizzata dove macchine e prodotti comunicheranno e il flusso di informazioni permetterà modificare velocemente la produzione, migliorare la manutenzione e aumentare la personalizzazione dei prodotti.

In Italia se ne parla sempre più spesso nei convegni, ma la consapevolezza delle imprese è bassissima.

Giancarlo Oriani

Amministratore Delegato, Staufen Italia

Industria 4.0 360 Summit

All’incontro Industry4.0 360 Summit, organizzato dal Gruppo Digital360 e tenutosi l’11 ottobre a Roma presso la Camera dei Deputati, si è fatto il punto della situazione.

I risultati delle misure e degli incentivi del piano Industry 4.0, le azioni di formazione delle aziende sul territorio e il ruolo dei competence center, la trasformazione che investe l’industria italiana e l’affermarsi di un nuovo Made in Italy 4.0,  cosa chiedere a Governo e stakeholder perché la trasformazione 4.0 sia una realtà indiscussa in Italia sono stati i temi oggetto del Summit.

L’importanza della Formazione

Le attività di ricerca, di sviluppo e le caratteristiche dei dipendenti sono viste come positivamente influenzabili dai nuovi processi produttivi.

In questo nuovo scenario diventa importante e determinante la formazione del capitale umano delle imprese.

Quali saranno gli effetti dell’Industria 4.0 sul sistema Italia? Il nostro è il secondo Paese manifatturiero in Europa e otto imprenditori su dieci ritengono che con la quarta rivoluzione industriale la competitività delle aziende italiane nel loro insieme aumenterà.

Il Piano del Governo per l’Industria 4.0

Il ministro Carlo Calenda ha presentato nel 2016 l’atteso piano del governo per l’Industria 4.0  che punta a mobilitare investimenti privati in ricerca, sviluppo e innovazione con focus sulle tecnologie dell’Industria 4.0. Il provvedimento propone un mix di incentivi fiscali, sostegno al venture capital, diffusione della banda ultralarga, formazione dalle scuole all’università con lo scopo ultimo di favorire e incentivare le imprese ad adeguarsi e aderire pienamente alla quarta rivoluzione industriale.

Il 21 settembre 2017 il ministro Calenda ha presentato la fase due del Piano nazionale. Il programma cambia nome: non più solo Industria 4.0, ma Impresa 4.0. Questo significa che il governo guarda anche ai servizi, un settore che ha un elevato potenziale di digitalizzazione.

Quattro direttrici di sviluppo

La Società di consulenza McKinsey ha individuato l’impatto delle nuove tecnologie digitali nell’ambito di quattro direttrici di sviluppo:

  • Utilizzo dei dati, la potenza di calcolo e la connettività, e si declina in big data, open data, Internet of Things, machine-to-machine e cloud computing per la centralizzazione delle informazioni e la loro conservazione;
  • Analytics: una volta raccolti i dati, bisogna ricavarne valore. Oggi solo l’1% dei dati raccolti viene utilizzato dalle imprese, che potrebbero invece ottenere vantaggi a partire dal “machine learning”, dalle macchine cioè che perfezionano la loro resa “imparando” dai dati via via raccolti e analizzati;
  • Interazione tra uomo e macchina, che coinvolge le interfacce “touch”, sempre più diffuse, e la realtà aumentata;
  • Passaggio dal digitale al “reale” e che comprende la manifattura additiva, la stampa 3D, la robotica, le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine e le nuove tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mirato, razionalizzando i costi e ottimizzando le prestazioni.
Made in China 2025

Made in China 2025

Industria 4.0 La Quarta Rivoluzione Industriale

Tra Occidente e Oriente

La Germania è l’epicentro della quarta rivoluzione industriale in Europa, seguita dalla Francia che sta attuando una serie di misure per incentivare le aziende ad allinearsi alla quarta rivoluzione industriale. L’Italia sta recuperando terreno mentre è ancora indietro la Gran Bretagna; gli Stati Uniti restano un modello alternativo che punta più sui prodotti e non sui processi.

Pechino ha intitolato Made in China 2025 il suo piano per l’industria 4.0, con traguardi ambiziosi. Il piano prevede che tra sette anni il Paese produca il 70% dei robot industriali di cui ha bisogno, l’80% delle macchine ibride o elettriche, il 70% dei dispositivi medici avanzati e l’80% dei componenti per macchinari tecnologicamente avanzati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi